Skip to main content
Menu
rischiprofessionali00


Commercialisti, polizza con copertura estesa per i danni a terzi

(quotidianofisco.ilsole24ore.com) – L’assicurazione deve coprire i danni causati a terzi dal commercialista sia quando sono stati causati direttamente da lui sia quando sono imputabili al professionista indirettamente, per carenze organizzative o diligenza del suo studio. La Corte di cassazione, con lasentenza 22339 , accoglie il ricorso di un ragioniere condannato dalla Corte d’appello a risarcire 26 mila euro a una società cliente per aver smarrito o non […]

Sindaci responsabili se non rilevano una macroscopica violazione degli amministratori

(Ipsoa.it) – Con sentenza n. 21566, depositata in data 18 settembre 2017, la Corte di Cassazione ha affermato che in tema di responsabilità dei sindaci, non è necessaria, ai fini dell’inosservanza del dovere di vigilanza previsto dall’art. 2407, co. 2, c.c., l’individuazione di determinati comportamenti che si pongano espressamente in contrasto con tale dovere. Infatti, basta […]

Avvocato responsabile se la scelta processuale ritarda la realizzazione dell’interesse del cliente

(quotidianodiritto.ilsole24ore.com) – La responsabilità professionale dell’avvocato può scaturire anche da una scelta processuale che, pur di per sé non erronea o controproducente, nondimeno ritardi la realizzazione dell’interesse del cliente. Lo ha detto la Suprema corte con l’ordinanza 24 luglio 2017 n. 18239. Il caso specifico – Nella specie la corte territoriale – nel ritenere che l’erroneo mancato […]

Inerenza in bilico su polizze e parcelle

(quotidianofisco.ilsole24ore.com) – Non sono inerenti, secondo la Cassazione, le spese sostenute dalla società per la difesa legale di dipendenti e amministratori e i premi pagati dalla società per le polizze contro gli infortuni. L’inerenza delle spese continua a far discutere – anche in giudizio – e su questi temi si sono concentrate alcune delle pronunce […]

Sull’illecito del promotore resta la responsabilità ampia dell’intermediario

(quotidianodiritto.ilsole24ore.com) – La società di intermediazione finanziaria risponde dell’illecito commesso in danno di terzi dal suo promotore se sussiste una correlazione tra l’illecito e il conferimento dell’incarico di promuovere affari. È sufficiente, cioè, che il professionista abbia commesso l’illecito agendo in qualità di promotore. Lo puntualizza la Corte d’appello di Napoli, con la sentenza 2541 dell’11 maggio […]




AEC

AEC 2014 Tutti i diritti sono riservati
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
Note legali Privacy & cookies policy AEC S.p.A. ©
P. Iva 02170331207