Responsabilità professionale – Corte dei Conti – Sentenza 498/EL/2002

Responsabilità professionale – Corte dei Conti – Sezione Giurisdizionale Umbria – Sentenza 498/EL/2002.

Nella sentenza vengono definitivamente stabiliti alcuni principi giurisprudenziali di estremo interesse:

  1. Il cumulo di due incarichi professionali, di progettista e di direttore dei lavori, nei soggetti (compresi i Liberi professionisti, le società di Ingegneria) chiamati in giudizio, non lascia dubbio sulla tesi della Procura sulla sussistenza della giurisdizione della Corte dei Conti pertanto anche i Liberi Professionisti quando operano in “Rapporto di Servizio” per l’Ente Pubblico sono soggetti alla Corte dei Conti per l’eventuale danno erariale.
  2. Sulla spinta delle esigenze di “personalizzazione” della responsabilità professionale in genere e di quella amministrativo-contabile” in particolare, di recente, non sono mancati casi in cui la procura ha citato in giudizio la persona fisica (dipendente iscritto all’albo) in luogo di quella giuridica (Società di Ingegneria o Studio Associato) per la quale aveva agito. Pertanto i dipendenti iscritti all’albo e operanti per Società di Ingegneria, studi associati, Liberi Professionisti e Aziende Speciali (legge 142/90) sono personalmente responsabili in solido con i loro datori di lavoro.
  3. Il danno all’immagine dell’Ente Pubblico.

Vale solo la pena precisare che, anche con lo spunto fornito da questa sentenza, i binders AEC Broker 2003 per i Professionisti hanno inserito tali fattispecie di danno nell’ambito delle garanzie prestate.

News segnalata e commentata da Fabrizio Callarà
AEC Broker
(www.merloni.net